Montanari e Falcone sostengono Alessio Grancagnolo

Messaggio di Anna Falcone e Tomaso Montanari di sostegno alla candidatura di Alessio Grancagnolo

“Apprezziamo moltissimo l’impegno, la competenza, la passione civile di Alessio Grancagnolo. Abbiamo imparato a conoscerlo durante la campagna del No, e ricordiamo con ammirazione la forza tranquilla con la quale Alessio si oppose alla ministra Boschi e al potere accademico che, indecentemente, ne accoglieva la propaganda all’interno dell’università di Catania.

alessio grancagnolo flyer 2017
alessio grancagnolo flyer 2017

Se votassimo in Sicilia, oggi voteremmo per Alessio: e invitiamo tutti a farlo. Perché la Sicilia ha bisogno di quest’altro modo di fare politica. Per invertire la rotta, finalmente.”

Anna Falcone e Tomaso Montanari

PRC Messina: Solidarietà agli assistenti PMR

Solidarietà agli assistenti PMR

La Federazione del Prc di Messina esprime piena solidarietà per i
sette lavoratori assistenti PMR (persone mobilità ridotta) che
prestano servizio presso RFI Sicilia e un totale sostegno alle loro
rivendicazioni.

I sette lavoratori, che si occupano di accompagnare e di prestare
assistenza ai passeggeri con ridotta mobilità, erano in servizio
presso la Coopserver Calabria, ditta appaltatrice del servizio, ma si
sono visti tagliare il posto di lavoro nel momento in cui questa ha
perso tale appalto, che è stato aggiudicato alla Coopservice di Reggio Emilia.

Quest’ultima, subentrando alla precedente cooperativa che gestiva il servizio dal 2013, come primo atto ha deciso di non assumere i sette operatori già qualificati che da tempo prestavano servizio in loco, per sostituirli con dei loro dipendenti che non hanno mai svolto queste mansioni.

La Coopservice, quindi, da un lato ha violato le normative vigenti che prevedono il mantenimento dei livelli occupazionali per i lavoratori che già svolgevano il servizio per la precedente impresa
aggiudicataria, dall’altro, rimuovendo i sette lavoratori esperti che
svolgevano la loro mansione con professionalità ed efficienza, hanno procurato un grave danno al servizio e agli utenti stessi.

Malgrado tutto, gli operatori non sono voluti venire meno ai loro
doveri verso l’utenza: nella notte tra il 31 ottobre e l’1 novembre
hanno continuato a svolgere regolarmente il loro lavoro, per non
creare disservizi e dimostrando una responsabilità che a nostro avviso non ha manifestato la Coopservice.

La richiesta della Federazione del PRC di Messina, congiuntamente con le altre forze sociali che stanno seguendo tale vertenza, è quella che la stazione appaltante (RFI – MESSINA) imponga a Coopservice di integrare nel proprio organico gli operatori già presenti, sia per
garantire continuità ed efficienza al servizio, sia per non effettuare
ulteriori tagli occupazionali.
Ovviamente, tale integrazione va effettuata nel rispetto dei livelli
professionali e del trattamento salariale già acquisito dai
lavoratori.

p. la Federazione PRC di Messina
Il segretario Alfredo Crupi

 

Messina conferenza stampa con Maurizio Acerbo segretario nazionale PRC

PRC FEDERAZIONE DI MESSINA

MERCOLEDÌ 1 NOVEMBRE 2017
Si è svolta, alla presenza dei dirigenti provinciali e cittadini di Rifondazione, la conferenza stampa del segretario nazionale del PRC Maurizio Acerbo che ha portato il suo sostegno alla lista “cento passi per la Sicilia – Claudio Fava Presidente” e alla candidata della lista Ketty Bertuccelli.

Continua la lettura di Messina conferenza stampa con Maurizio Acerbo segretario nazionale PRC

Il diritto all’autodeterminazione del popolo catalano. di Ramon Mantovani

Il diritto all’autodeterminazione del popolo catalano.

di Ramon Mantovani

Quel che è successo il 1 ottobre in Catalunya non lascerà nulla uguale a se stesso.
La violenza gratuita e brutale della Policia Nacional e della Guardia Civil contro la popolazione inerme che difendeva i seggi del referendum con la sola resistenza passiva, è l’ultimo atto di un processo sociale, politico ed istituzionale lungo ormai anni. Per quanto grave e ripugnante, questa violenza di stato, non è tanto importante in sé quanto perché vi si condensano numerose e pesanti ingiustizie secolari e più recenti. Continua la lettura di Il diritto all’autodeterminazione del popolo catalano. di Ramon Mantovani

Per non morire di lavoro in Sicilia

In un solo giorno sono morti in Sicilia, ieri 9 Ottobre, tre operai, di cui due in una struttura pubblica. Siamo arrivati a 40 nel solo 2017. Le responsabilità delle istituzioni sono evidenti e gravissime. Omicidi per mano statale o regionale. Le strutture amministrative di controllo, prive di risorse, perfino della carta per stampare, non sono in grado di funzionare per contrastare e prevenire le morti bianche. Si muore per sfruttamento mafioso,   si muore per complicità istituzionale con le illegalità e con l’accumulazione di profitti illeciti.

In Sicilia, il lavoro, dove c’è, è in gran parte nero e/o irregolare. Mancano e diminuiscono sempre più i controlli sulla sicurezza, sulle regolarità contributive e retributive, sulla salute dei lavoratori. L’istituzione dell’Ispettorato Nazionale del lavoro anche in Sicilia, purtroppo rinviata colpevolmente a decreti ministeriali o assessoriali di là da venire, potrebbe fornire l’occasione per un allineamento a standard qualitativi e quantitativi di vigilanza sul mercato del lavoro, verificabili dalle parti sociali. Ma ancora si tarda, ancora si muore.

Diga Furore- Naro (AG)
diga furore Naro

RIFONDAZIONE COMUNISTA chiede:

1.L’emanazione immediata dei decreti assessoriali regionali per l’operatività del nuovo servizio ispettivo in Sicilia;

2.Lo stretto coordinamento degli Ispettori del Lavoro con i servizi ispettivi di Inail e Inps (anche ai fini della formazione professionale, e per la garanzia e l’efficacia delle ispezioni fuori sede), con la dovuta disponibilità delle risorse finanziarie per il funzionamento dei servizi e il raggiungimento degli obiettivi di contrasto;

3.Il coordinamento degli Ispettori del lavoro con i servizi ispettivi di ARPA e Asp/USL;

4.L’attuazione delle linee guida di programmazione 2017 da perseguire e rispettare, con particolare riferimento alla lotta al caporalato e all’abuso dei voucher.

Mimmo Cosentino, segretario regionale Prc Sicilia

Partito della Rifondazione Comunista / Sinistra Europea