PRC sulle bollette 2007 Ato Rifiuti

Il Responsabile lavoro PRC Enna, Saro Consiglio, ha rilasciato la seguente
nota sulle bollette rifiuti 2007: “In questi giorni una pioggia di
bollette della spazzatura, come al solito salatissime, vengono
recapitate ai cittadini. L’assurdo che si registra in questo caso sta
nel fatto che si pretende vengano pagate in un’unica soluzione. I
vertici di Ato Rifiuti hanno fretta di far cassa e stavolta non
transigono: vogliono tutto e subito, senza se e senza ma.


D’altronde la recente sentenza del Tar, per il momento almeno, da loro
ragione e quindi giù duro contro i poveri cittadini, già tartassati da
una raffica di aumenti del costo della vita che si abbatte inesorabile
soprattutto sulle fasce più deboli della popolazione. Non c’è giorno
che non si vedano crescere i generi di prima necessità: pane, pasta,
latte, verdure etc. Per non parlare del costo della benzina che sta
volando alle stelle.
In questa situazione drammatica, che rischia di appesantirsi ancor più
nel prossimo futuro, arriva la mazzata finale del re delle bollette:
Ato Rifiuti Enna Euno.
Bene hanno fatto i tre segretari di Cgil, Cisl e Uil a lanciare un
grido di allarme nei confronti di questo ingiustificato e pesante
salasso. Condividiamo tutte le loro preoccupazioni manifestate
pubblicamente recentemente, così come condividiamo il richiamo rivolto
ai vertici dell’Ato circa l’opportunità e la necessità di tenere conto
delle diverse situazioni sociali, economiche e familiari
nell’applicazione di tariffe, che dovrebbero essere più eque e
rispondenti a un serio piano industriale che commisuri servizi resi e
risorse. Siamo convinti che il saggio e responsabile appello dei tre
segretari sarà ascoltato e tenuto nella dovuta considerazione. Qualche
esponente sindacale che riveste incarichi negli organi gestionali della
società d’ambito potrebbe essere d’aiuto, se qualcuno se ne ricordasse.
Il Presidente Ragonese, che è uno che cura molto i rapporti e le
relazioni con i “soggetti interessati”, nel frattempo vola a Roma per
discutere del piano industriale con “Area Group”, con la promessa che
prima o poi lo metterà a disposizione del preoccupato interessamento
dei tre segretari sindacali e di tutti i soggetti interessati. Qualcuno
potrebbe chiedere ma chi è “Area Group” e perché Ragonese vola giusto
da questi per discutere del piano industriale dell’Ato rifiuti di Enna?
“Area” Group è una società di consulenza e di progettazione di intrecci
pubblico/privato. Insomma ritorna il vecchio motto: les affairs sont
les affairs. E che ne nessuno chieda il conto per favore”.

Da vivienna del 14/03/2008

Lascia un commento