INFLAZIONE, AUMENTA A DANNO DI LAVORATORI E PENSIONATI. E’ DI CLASSE. COME LA SPECULAZIONE.

ferrero-4Dichiarazione di Paolo Ferrero, Segretario nazionale del PRC

La poderosa crescita dell’inflazione che, nel corso di tutto il 2008, si è attestata al 3,3%, il massimo dal 1996, contro l’1,8% del 2007, nel bel mezzo di una recessione internazionale e interna di proporzioni mai viste prima, testimonia una cosa sola: si tratta di una vera e propria “inflazione di classe” che va di pari passo con la speculazione che banchieri e imprenditori stanno mettendo in atto nei confronti di lavoratori e pensionati, mentre il governo non fa nulla per tutelare il loro potere d’acquisto. Inlfazione economica e speculazione finanziaria vanno a vantaggio dei grandi profitti e delle grandi rendite e a danno di stipendi e pensioni.
Lavoratori e pensionati, per non dire di precari e disoccupati, l’hanno già pagata troppo cara, questa crisi, banchieri, speculatori e profittatori per niente. E’ questo che non va bene, a questo bisogna mettere mano.

Lascia un commento