Iacolino, "La Sinistra": Crocetta contro punto nascite e ospedale eoliano

A leggere certe notizie, spesso si rimane attoniti ed, a volte, si dubita persino della veridicità di quanto si legge.
Forse mi sfugge qualcosa, ma vorrei tanto che il buon Presidente Crocetta, che tanta grinta e sagacia ha saputo dimostrare in altre circostanze, spiegasse a noi isolani ed ai contribuenti tutti il significato della iniziativa di elargire un bonus di tremila euro per ogni donna eoliana costretta a partorire in terraferma.
Infatti non riesco a capire chi ci guadagnerà da questa operazione.
I disagi pratici per le nostre famiglie saranno gli stessi di prima, i rischi legati all’insularità in assenza di un adeguato servizio in loco rimarranno identici, l’inadeguatezza di un reparto con l’aggravante di una spesa pubblica infruttuosa sarebbe la stessa, la fiducia dell’utenza, in simili circostanze, resterebbe sempre bassissima, la somma che si spenderebbe per circa cento parti/anno in terraferma ammonterebbe a trecentomila euro e , nonostante ciò, ci si ostina a non considerare che con una simile somma, anzi con meno, si potrebbe fare ripartire alla grande tutto l’ospedale.
C’è bisogno di spiegare l’enorme vantaggio che ne deriverebbe per tutti, locali, turisti e gravide?
Trecentomila euro /anno garantirebbero il giusto investimento per il recupero di un ospedale che, attualmente amputato e privato della piena funzionalità dei suoi servizi continua ad assorbire la sua bella quota di finanziamenti senza poter garantire l’efficienza che i cittadini giustamente si aspettano.
Con una simile cifra, investita opportunamente, si risolverebbero facilmente i problemi che artatamente menti diaboliche, miopi ed impreparate hanno creato in questi anni.
Come è venuta in mente una simile idea al Presidente della Regione?
La invito pertanto nella Sua veste di Sindaco e di massima autorità sanitaria del Comune ad intervenire urgentemente sulla Presidenza della Regione affinchè investa proficuamente una simile somma per il nostro Ospedale, dimostrando un significativo cambio di rotta sulle incomprensibile e sciagurate scelte sanitarie dell’amministrazione Lombardo che lo ha preceduto.

Gianni Iacolino, Consigliere Comunale de La Sinistra

Lascia un commento