Barcellona, personale del comune: sostegno del PRC all'amministrazione Collica

CIRCOLO PRC NINO PINO BALOTTA: SOSTEGNO ALLA GIUNTA COLLICA IN RELAZIONE ALLE DELIBERE SULLA PROSECUZIONE DEI CONTRATTI DEI LAVORATORI A TEMPO DETERMINATO DEL COMUNE

Il circolo di rifondazione comunista Nino Pino Balotta plaude alla scelta dell’amministrazione comunale di prorogare al 31/12/2016 il contratto di lavoro del personale a tempo determinato e di continuare altresì l’utilizzo dei lavoratori socialmente utili.
La giunta guidata dal sindaco Collica, integrando le precedenti delibere con ulteriori atti amministrativi ( delibere numero 85, 86,87 e 88 del 26 marzo 2014 ), manifesta nuovamente l’intenzione prioritaria di attivare e proseguire i processi di stabilizzazione del personale precario impiegato presso il comune di Barcellona Pozzo di Gotto.
Le delibere si inseriscono in un quadro perfettamente compatibile con quanto disposto dalla recente legge regionale n° 5 del 2014, che dà la possibilità all’amministrazione di chiudere una vicenda che interessa molte famiglie barcellonesi e che si protrae da oltre venti anni.
Oggi è possibile pensare e cominciare questo percorso grazie all’incessante, anche se spesso poco noto, lavoro della giunta , che ha permesso all’ente di non sforare il patto di stabilità , condizione necessaria per l’avvio delle procedure di stabilizzazione. Ciò, infatti, non è accaduto negli anni passati, quando la legge regionale n°24 del 2010 permetteva ai comuni che non avevano sforato il patto di stabilità di procedere entro la data del 31/12/2012 alla stabilizzazione del proprio personale precario.
Il circolo è ben consapevole delle difficoltà che l’amministrazione dovrà affrontare nei prossimi mesi , a causa soprattutto delle limitate risorse finanziare a disposizione, ma auspica che si continui a mettere in atto tutte le iniziative utili a porre fine a questa situazione diventata ormai insostenibile.

Il circolo manifesta solidarietà ai lavoratori e rinnova l’ impegno politico nella lotta contro ogni forma di precariato. La nostra terra purtroppo presenta tassi di disoccupazione e di occupazione a tempo determinato tra i più alti del paese e delle altre regioni europee. Vicende come quella dei precari siciliani manifestano lo spregio della politica ai diritti fondamentali della persona, in quanto tale e in quanto lavoratore. Questi lavoratori sono alla mercé della politica regionale e nazionale che ogni anno attraverso costanti proroghe tiene in scacco intere famiglie siciliane, annientando di fatto la libertà di progettare il proprio futuro. Questi lavoratori svolgono ormai da anni ruoli fondamentali per garantire servizi essenziali ai cittadini e pertanto rappresentano una risorsa indispensabile per il funzionamento dell’ente . Qualora i processi di stabilizzazione fossero stati avviati negli anni passati, l’ente potrebbe oggi contare su una maggiore forza lavoro in alcuni servizi chiave, come quello delle manutenzioni, degli asili nido, della polizia municipale e dell’ufficio tecnico comunale (servizi ad altissima presenza di personale precario) ma più generalmente dei vari uffici.
Le soluzioni prospettate dai governi, nazionale (si veda il jobsacts) e regionale, purtroppo lungi dal risolvere i problemi della disoccupazione e della creazione di nuove prospettive occupazionali sembrano dirigersi verso un ulteriore precarizzazione dei rapporti di lavoro , che favoriscono salari più bassi e forme che non esistiamo a definire di sfruttamento del lavoro. Pertanto il circolo Balotta conferma il suo appoggio all’amministrazione comunale in ogni atto finalizzato ad affrontare in modo deciso la vicenda.

Circolo “Nino Pino Ballotta”
PRC Barcellona Pozzo di Gotto

Lascia un commento