Il PRC lavora per l’incontro di tutti i soggetti non subalterni al PD e al sistema di potere che governa l’isola

Il percorso avviato da mesi, sotto la spinta di forze politiche, di movimenti, di associazioni, di singoli cittadini, per la costruzione di una lista unitaria della sinistra, alternativa al Pd, alle destre e al grillismo, matura verso un esito positivo. Prendiamo atto della condivisa consapevolezza della impraticabilità a livello regionale del modello Palermo,e della rottura di MDP e SI con l’operazione fatta da L. Orlando la lista dei territori e che si sta strutturando, nell’alleanza con il Pd, attorno alla figura trasversale di Micari, protagonista negativo del tentativo renziano di revisione della Costituzione.


L’apporto significativo e rilevante dato da Ottavio Navarra, e la sua generosa disponibilità a guidare la coalizione, così come a mettersi da parte qualora maturino le condizioni di una intesa di tutta la sinistra alternativa, ha rilanciato la sfida di quanti, nelle lotte sociali e nelle esperienze delle liste civiche di sinistra, si sottraggono alla subalternità della ennesima alleanza con il Pd, nonchè alla corresponsabilità con le politiche liberiste e con i disastri dei governi Crocetta, Lombardo e Cuffaro.
Il Partito della Rifondazione comunista lavora e fa appello affinchè si proceda da subito all’incontro di tutte le forze politiche e sociali per la definizione del profilo politico e programmatico della lista, che noi vogliamo ispirato al rovesciamento del modello economico diseguale sin qui dominante.
Il Partito della Rifondazione comunista della Sicilia ritiene doveroso, per essere credibili e coerenti con l’alterità da più parti proclamata al sistema di potere, impegnarsi su modalità innovative e partecipative nella definizione delle liste, rompendo con i riti autoreferenziali del passato.
Condividiamo con altri e rilanciamo la proposta di una consultazione democratica per la scelta del Candidato Presidente.

Mimmo Cosentino, segretario regionale del Prc Sicilia
28 Agosto 2017

 

Lascia un commento