Archivi categoria: rassegna stampa

La sinistra candida Navarra a Palazzo d’Orleans

La sinistra candida Navarra a Palazzo d’Orleans
i comitati siciliani di Possibile, Rifondazione comunista e Azione civile si collocano fuori dall’alleanza con il Partito democratico e sbarrano la strada al sostegno al presidente della Regione uscente Rosario Crocetta

di CLAUDIO REALE
su palermo.repubblica.it
del 29/7/17

Continua la lettura di La sinistra candida Navarra a Palazzo d’Orleans

Elezioni regionali Sicilia: la sinistra alternativa si organizza

Elezioni regionali Sicilia: la sinistra alternativa si organizza

Appello firmato da un lungo elenco di attivisti sociali, esponenti dell’associazionismo e delle forze politiche della sinistra e operatori culturali che invoca la nascita di una lista alternativa al Pd e al “campo largo” di centrosinistra

di CLAUDIO REALE

Continua la lettura di Elezioni regionali Sicilia: la sinistra alternativa si organizza

Acerbo (Rifondazione): “I Senatori di Mdp votino No alla manovra e non escano dall’aula”

Voucher, alla Camera passa «il furto di democrazia»
 
Passa la manovra con 218 sì, 127 no e 5 astensioni. Ora il testo al Senato. La protesta di Sinistra Italiana, Possibile e Mdp-Articolo 1 contro il nuovo “contratto di prestazione occasionale” che sostituirà il voucher nelle micro-imprese: “Cambia il nome, la sostanza è la stessa”. Fratoianni (SI): “Cancellato il referendum abrogativo della Cgil e il diritto al voto degli italiani”. Scotto (Mdp): Scotto (Mdp): «È passato uno sfregio istituzionale». Acerbo (Rifondazione): “I Senatori di Mdp votino No alla manovra e non escano dall’aula”. Il 17 giugno la manifestazione della Cgil a Roma

Continua la lettura di Acerbo (Rifondazione): “I Senatori di Mdp votino No alla manovra e non escano dall’aula”

La strategia dei silenzi dietro il ricordo di Giovanni Falcone

Capaci, 25 anni dopo. Come sono
cambiate la mafia e l’antimafia

 

È come prima. Prima delle stragi,
dei delitti eccellenti, prima della
grande mattanza di Palermo.
Ventincinque anni dopo è
tornato tutto a posto.
Zitta la mafia e ora zitta anche l’antimafia.
Neutralizzata, “allisciata” e lusingata,
qualche volta pure com- prata.
C’è un grande silenzio, un quarto di secolo dopo l’uccisione di Giovanni Falcone e Paolo Borsellino. Continua la lettura di La strategia dei silenzi dietro il ricordo di Giovanni Falcone

Partito della Rifondazione Comunista / Sinistra Europea