Comunicato stampa su elezioni comunali Piazza Armerina

Il Partito della Rifondazione Comunista e il Partito dei Comunisti Italiani di Piazza Armerina hanno raggiunto nella sera di giorno 14 maggio l’accordo politico-programmatico per le elezioni comunali con la lista “Cittadini per la Città” iniziativa politica alla quale già da tempo i due partiti guardavano con interesse.
Durante un proficuo incontro con il consigliere comunale e candidato sindaco Teodoro Ribilotta si è concordato sui punti qualificanti del programma che prossimamente verrà presentato alla cittadinanza. Ampio riconoscimento è stato dato al contributo programmatico proposto dal PRC e dal PdCI.
All’interno della lista viene candidato il compagno Vito Marella, già primario all’Ospedale di Piazza Armerina e segretario del Circolo PRC “G. Impastato” di Piazza Armerina.

Partito della Rifondazione Comunista, Circolo di Piazza Armerina
Partito dei Comunisti Italiani, sezione di Piazza Armerina

Regolamento per il VII Congresso Partito della Rifondazione Comunista

Premessa

La Conferenza di Organizzazione di Carrara ha stabilito una serie di innovazioni da praticare anche con modifiche statutarie. Nel presente regolamento, vi è lo sforzo di assumerne il senso generale e anche di rendere una serie di norme più vicine alle indicazioni scaturite in quella assise.

Continua la lettura di Regolamento per il VII Congresso Partito della Rifondazione Comunista

Acerbo: Abbiamo subito una sconfitta epocale ma abbiamo anche molte energie che non possiamo e non dobbiamo disperdere

Non perdiamoci in logiche laceranti, ora un congresso a tesi per avere un dibattito aperto

Maurizio Acerbo*

Il nostro partito sta vivendo la fase più difficile della sua storia. La débâcle che abbiamo subito è di dimensioni epocali. Eppure sono convinto che vi sono tante energie disponibili a ricominciare.

Continua la lettura di Acerbo: Abbiamo subito una sconfitta epocale ma abbiamo anche molte energie che non possiamo e non dobbiamo disperdere

Camminando sulla strada di Peppino

di Francesco Forgione

In tanti e tante saremo a Cinisi oggi, per ricordare, a trent’anni dal suo omicidio, Peppino Impastato. Cammineremo da Radio Aut, la sua radio libera e disobbediente, fino alla sua casa, dove per anni, alla fine di ogni corteo, ci ha accolti il sorriso fiero di Felicia, la mamma di Peppino, protagonista di una straordinaria battaglia per avere verità e giustizia sull’omicidio, scomparsa, come se ormai la sua missione di vita fosse esaurita, poche settimane dopo la morte di Tano Badalamenti, il boss di Cinisi che ne ordinò l’omicidio e per questo, dopo oltre vent’anni, fu condannato dal tribunale di Palermo. Continua la lettura di Camminando sulla strada di Peppino

COMUNICATO STAMPA: ANNIVERSARIO PIO LA TORRE

Dichiarazione di Giusto Catania, europarlamentare di Rifondazione Comunista

Palermo – “Certamente Pio La Torre oggi non sarebbe iscritto al Partito democratico: l’attualità del suo pensiero, infatti, è profondamente legata alla parola ‘comunismo’. L’impegno contro la mafia e per la pace del dirigente del Pci è stato sempre proiettato verso una profonda trasformazione del paese e della Regione. Impegno messo in pratica attraverso la rottura di trasversalismi e pratiche consociative”. Lo afferma Giusto Catania, europarlamentare di Rifondazione Comunista. “Lo dimostra anche il fatto che un’intera generazione politica coeva del dirigente Pci – continua Catania – ha scelto di non aderire al Pd. La lezione di Pio La Torre ci parla ancora dell’attualità della sinistra e della necessità di investire su un reale cambiamento della Regione Siciliana”.

Partito della Rifondazione Comunista, Federazione di Palermo, Il segretario

Palermo, 30 aprile 2008

Partito della Rifondazione Comunista / Sinistra Europea