Precarietà: come superarla.

Le proposte della Sinistra Unita

Per una stabilizzazione vera dei rapporti di lavoro

Mercoledì 11 giugno

Ore 18,30

Centro Polifunzionale – Enna

(c/o Stadio comunale Gen. Gaeta)

Incontro con

Gaetano Giunta candidato alla Presidenza della Provincia di Enna

On. Gianni Pagliarini presidente della Commissione Lavoro della Camera nella passata Legislatura

Michele Pagliaro segretario provinciale CGIL

Giuseppe Aleo segretario provinciale CISL

Vincenzo Mudaro segretario provinciale UIL

Interverranno:

lavoratrici e lavoratori “precari” della provincia

i candidati della Sinistra Unita

Enna, piazza gremita di giovani per la festa lista della Sinistra Unita

Per tutta la serata di ieri la piazza Vittorio Emanuele di Enna è stata gremita di giovani che, sulle note dei Pidas & Fuv trash music, hanno scatenato tutta la loro grinta, vivacità, desiderio di riacquistare uno spazio pubblico, quale è la piazza, ormai svuotato da anni a causa delle politiche comunali e provinciali volte solo a favorire la proliferazione di luoghi di aggregazione privati e chiusi. La serata di ieri è stata organizzata dai Giovani Comunisti di Enna a sostegno del loro candidato al consiglio provinciale nella lista della Sinistra Unita, Carmelo Albanese. A dare man forte ai giovani di Rifondazione è sceso dalla Campania anche Francesco Caruso, deputato nella passata legislatura con Rifondazione Comunista e protagonista di svariate iniziative di disobbedienza che, al di là della condivisione nel merito, hanno sicuramente avuto l’effetto di aver fatto discutere di temi troppo spesso invisibili alla politica: dai CPT alla precarietà, dal tema delle droghe al problema della casa.
“Venendo ad Enna per un attimo ho creduto di non essere mai partito dalla Campania – ha dichiarato Caruso, oggi leader del movimento dei disobbedienti campani -; l’immondizia straripa da ogni cassonetto inondando le strade. Come se non bastasse le mura strabordano di facce, di manifesti elettorali affissi dovunque. Sono voluto essere qui perché credo che la lotta a viso aperto praticata in questi anni da Carmelo e dai Giovani Comunisti di Enna sia fondamentale, soprattutto in una città in cui le giovani generazioni sono costantemente preda del politico di turno che sul ricatto e le false promesse costruisce la propria fortuna elettorale.
Un successo di Carmelo e dei compagni della Sinistra Unita in questa tornata elettorale – conclude Caruso – potrebbe rappresentare un segnale di svolta, un nuovo inizio per una generazione che alza la testa e, col proprio voto, grida basta!”.

da vivienna dell’ 08/06/2008

Comunicato Stampa sulla crisi occupazionale ennese

La nostra Provincia è sempre più attraversata da crisi occupazionali che appaiono senza soluzione, dai lavoratori della nettezza urbana (oramai sempre più condotti al fondo da un sistema fallimentare), ai lavoratori di Entv licenziati a mezzo raccomandata, alle lavoratrici della cooperativa ARES su cui pare – anche se per conoscere gli aspetti penali della vicenda da garantisti aspettiamo il pronunciamento della magistratura – si sia abbattuta con tutta la propria forza anche la mala politica del ricatto, fino a molti dei lavoratori del gruppo Basile rimasti ad oggi senza occupazione, solo per citare alcuni dei tanti, troppi, casi. Continua la lettura di Comunicato Stampa sulla crisi occupazionale ennese

LETTERA APERTA AL SINDACO DI ENNA

Egregio Sig. Sindaco,

da diverso tempo in città si avverte un rumore assordante; è il frastuono prodotto dal suo silenzio pressoché su ogni evento, piccolo o grande, che attraversa la nostra comunità. Il Municipio comunale, sul piano simbolico, sembra non avere più sede in Piazza Coppola, ma in capo alla torre pisana, lontano dall’esistenza materiale dei cittadini; in questo quadro, lei appare come i Buddha di Bamiyan in Afghanistan, osservatori non partecipi di tutto ciò che accade sotto di loro. La politica ennese, si sa, è invadente, gestisce e controlla ogni aspetto della vita del cittadino, un po’ come accadeva in Bulgaria in uno dei periodi più bui della sua storia. In tanti si pensava, forse sperava, che la sua elezione a Sindaco avesse potuto determinare una svolta, riconquistando almeno in parte l’autonomia dell’Amministrazione comunale dalle logiche degeneri del ceto politico locale; ahi noi, non è stato così. Dopo tre anni abbiamo assistito ad un ricambio della sua squadra assessoriale alieno da motivazioni di competenza e produttività e, piuttosto, tutto interno a logiche spartitorie in favore dei trombati di sempre. Oggi, in attesa di un nuovo rimpasto, diversi assessori cercano rifugio su altri scragni. Allora come adesso lei tace, subendo in silenzio le imposizioni dei potenti che, dall’alto delle loro poltrone, decidono liste, nomine e quant’altro, considerando l’Amministrazione comunale il loro cortile di casa, elemento pur di rilievo della giostra politica ennese che, oltre a questo, si articola su altri due livelli: sottogoverni e Amministrazione provinciale. Continua la lettura di LETTERA APERTA AL SINDACO DI ENNA

Partito della Rifondazione Comunista / Sinistra Europea