Archivi tag: agricoltura

21 aprile, Francofonte: "L'agricoltura dal punto di vista di chi lavora"

21 aprile, ore 18,30

presso

Piazza Dante, Francofonte

Dibattito:

“L’agricoltura dal punto di vista di chi lavora”

Per la difesa dei diritti dei lavoratori, la tutela dei contadini e dei piccoli produttori, la valorizzazione dell’agricoltura biologica, in favore della costituzione di gruppi d’acquisto locali.

coordina:
Alessia Piccione (Segretaria PRC Francofonte)

interverranno:
Tano Malannino (Presidente Altragricoltura)
Gianni Fabbris (Coordinatore nazionale Altragricoltura)

21 aprile, Francofonte: "L'agricoltura dal punto di vista di chi lavora"

21 aprile, ore 18,30

presso

Piazza Dante, Francofonte

Dibattito:

“L’agricoltura dal punto di vista di chi lavora”

Per la difesa dei diritti dei lavoratori, la tutela dei contadini e dei piccoli produttori, la valorizzazione dell’agricoltura biologica, in favore della costituzione di gruppi d’acquisto locali.

coordina:
Alessia Piccione (Segretaria PRC Francofonte)

interverranno:
Tano Malannino (Presidente Altragricoltura)
Gianni Fabbris (Coordinatore nazionale Altragricoltura)

Rivoluzione Civile: Ruotolo, Licandro e Guastella a Vittoria con gli agricoltori

Il giornalista Sandro Ruotolo, il coordinatore della segreteria nazionale dei Comunisti italiani, Orazio Licandro, e l’attivista No Muos Davide Guastella (Prc), candidati alla Camera dei deputati nella lista “Rivoluzione civile – Ingroia” per la Sicilia orientale, giovedì 31 gennaio alle 11 saranno a Vittoria (Rg), in piazza Sei Martiri (Calvario), per incontrare il presidente nazionale di Altragricoltura, Gaetano Malannino, e i produttori agricoli che il mese scorso hanno messo in atto per settimane uno sciopero della fame e che continuano il presidio per attirare l’attenzione dei governi nazionale e regionale sui problemi della categoria.

Guastella (PRC-Vittoria): sulla SERIT meno passerelle e più atti in giunta

L’assessore regionale all’agricoltura della giunta fintorivoluzionaria viene a fare passerella a Vittoria mentre i nostri amici contadini continuano il loro sciopero della fame mettendo a repentaglio la loro vita.

“Chiederemo alla SERIT di sospendere le procedure di riscossione, anche se non è una competenza della Regione” queste le sue inutili parole.

Riscossione Sicilia spa (ex SERIT) è una società per azioni, e sapete chi è l’azionista di maggioranza (51%)? Proprio la Regione Sicilia…..

La creazione di una società di riscossione a misura di cittadino e impresa che non strozzi l’economia con interessi, aggi e procedure di riscossione invasive all’ennesima potenza in un periodo di così grave crisi economica passe dalle scelte della giunta regionale.

Chiediamo all’assessore della regione sicilia di fare meno chiacchiere e passerelle e portare atti in giunta un pacchetto di riforma della società di riscossione di cui la regione sicilia è l’azionista di maggioranza.

Davide Guastella per la segreteria di Rifondazione Comunista Vittoria

AGRICOLTURA – PRC: «SOLIDALI CON AGRICOLTORI IN SCIOPERO DELLA FAME. GOVERNO E REGIONE METTONO A RISCHIO AZIENDE AGRICOLE»

AGRICOLTURA – PRC: «SOLIDALI CON AGRICOLTORI IN SCIOPERO DELLA FAME. GOVERNO E REGIONE METTONO A RISCHIO AZIENDE AGRICOLE»

Rosa Rinaldi, responsabile nazionale Ambiente di Rifondazione comunista-FdS, ha dichiarato:

«Siamo solidali con i dirigenti di Altra agricoltura che sono in sciopero della fame: una forma estrema di chi da produttore vuole richiamare l’attenzione sulle condizioni in cui viene lasciato il mondo dell’agricoltura. Rifondazione Comunista esprime la più aspra denuncia verso le istituzioni a partire dalla Regione Sicilia fino al governo che ha aderito alla «piattaforma commerciale europea» senza alcun principio di salvaguardia delle produzioni agricole del territorio, che ha come conseguenza il fallimento delle piccole e medie aziende agricole e la scomparsa del mondo contadino. Condividiamo le loro richieste: una moratoria immediata dei debiti delle aziende in crisi; l’impignorabilità dei mezzi di lavoro; l’individuazione di misure che colpiscano la speculazione insieme a misure che tutelino la produzione e il reddito dei contadini, l’occupazione bracciantile, il riassetto del territorio, la difesa dell’ambiente. Queste sì sarebbero iniziative per salvaguardare il territorio e le produzioni agricole! Tra le misure che vengono richieste anche l’istituzione del catasto delle coltivazioni e dell’ortofrutta, ad oggi ostacolato dalla contrarietà del centrodestra e dal silenzio, complice, del PD».