Archivi tag: ANTIMAFIA

Totale solidarietà a Giovanni Caruso al GAPA e I Siciliani

Esprimiamo totale solidarietà umana e politica a Giovanni Caruso, collaboratore dei Siciliani, nonché protagonista da sempre dell’esperienza del GAPA (giovani assolutamente per agire), nel quartiere di San Cristoforo a Catania, oggetto di una grave intimidazione mafiosa.

Giovanni sta svolgendo un ruolo decisivo nella battaglia per la fruizione sociale e pubblica dei beni confiscati alla mafia, e nel lavoro di recupero dei minori in un ambiente segnato dal degrado e deprivato dei servizi fondamentali per colpa di Amministrazioni comunali attente solo agli interessi dei potentati economici.

Rifondazione comunista continuerà a stare accanto a Giovanni Caruso, a I Siciliani, al Gapa, nell’azione di antimafia quotidiana e nell’impegno per una Catania e una Sicilia liberata dal dominio della borghesia mafiosa.

Gabriele Centineo, segretario provinciale PRC Ct

Mimmo Cosentino, segretario regionale PRC

Mauro Biani - Il giardino di Scidà

Il comunicato della redazione de “I Siciliani giovani”

La strategia dei silenzi dietro il ricordo di Giovanni Falcone

Capaci, 25 anni dopo. Come sono
cambiate la mafia e l’antimafia

 

È come prima. Prima delle stragi,
dei delitti eccellenti, prima della
grande mattanza di Palermo.
Ventincinque anni dopo è
tornato tutto a posto.
Zitta la mafia e ora zitta anche l’antimafia.
Neutralizzata, “allisciata” e lusingata,
qualche volta pure com- prata.
C’è un grande silenzio, un quarto di secolo dopo l’uccisione di Giovanni Falcone e Paolo Borsellino. Continua la lettura di La strategia dei silenzi dietro il ricordo di Giovanni Falcone

Mille passi con Giuseppe Fava

“Ciao Carla, dove vai?”.

“Con gli altri ragazzi del collettivo, andiamo al corteo per Giuseppe Fava”.

iSiciliani in corteo
iSiciliani in corteo

Provate a immaginare che questo dialogo fra due ragazzi sia vero. Provate a immaginare una piazza piena di uomini, donne, ragazzi, e perché no, tanti bambini. Provate a immaginare che tutta questa gente si incammini da quella piazza verso un preciso punto della città, il luogo simbolo della lotta alla mafia. Macchiato dal sangue di un uomo che denunciò, insieme ai suoi carusi, la presenza della mafia a Catania. Un uomo che per aver detto questa verità fu ucciso dal clan Santapaola, esecutore materiale. Continua la lettura di Mille passi con Giuseppe Fava

Sul nuovo manifesto antimafia

I due articoli di Santino e di Sorrentino e Marino, che segnaliamo sotto, intervengono correttamente sulle polemiche che si sono sollevate, da alcuni mesi a questa parte, sul rapporto tra antimafia e lotta alla mafia.
Noi ne condividiamo i contenuti e il tono.
Purtroppo occorre ribadire che il rilancio della lotta alla borghesia mafiosa e la necessità della rifondazione di una sinistra credibile non passano attraverso pasticci politicisti.
Basta con gli inganni, giù le maschere.

M.C.

Il Pericolo degli “eroi di carta” di Umberto SANTINO
Quel manifesto che sa di tartufesco di Giuseppe Carlo MARINO e Armando SORRENTINO
Segnaliamo anche
Perché l’antimafia segna il passo di Francesco PALAZZO,
pur avendo alcune perplessità su alcuni passaggi dell’articolo.

Tutti gli articoli sono stati pubblicati su Repubblica ed. Palermo del 27/4/2016
leggili qui