Archivi tag: Berlusconi

Ferrero-Di Pietro: conferenza stampa sulla manifestazione nazionale contro il governo

27 ottobre 09, Roma, conferenza stampa all’Hotel Nazionale del Presidente dell’Italia dei Valori Antonio Di Pietro e del Segretario nazionale del Partito della Rifondazione Comunista Paolo Ferrero per presentare la manifestazione nazionale del 5 dicembre contro le politiche del governo Berlusconi.

[vodpod id=Groupvideo.3751075&w=425&h=350&fv=]

27 ottobre 2009 – E’ da poco finita la conferenza stampa di Paolo Ferrero (PRC) e Antonio Di Pietro (IDV) all’hotel “Nazionale” di Roma – davanti al Parlamento – quando il segretario nazionale di Rifondazione si accorge che su un muro lì vicino qualcuno ha attaccato un grande manifesto inneggiante al fascismo e a Mussolini. Ferrero non ci pensa sù due volte e stacca il manifesto illegale e abusivo a favor di camera. Alla domanda di un carabiniere nei pressi che gli chiede “perché lo ha fatto?”, risponde secco: “Perché non lo ha fatto lei?”. Resistenza.

[vodpod id=Groupvideo.3755192&w=425&h=350&fv=]

Intervista a Paolo Ferrero: «Contro Berlusconi e la crisi l'opposizione si manifesti»

ferrero_lowdi Checchino Antonini per Liberazione del 18 ottobre 2009

Di assalti e vie d’uscita. Assalti alla Costituzione, alla Fiom, alle pensioni, alla Giustizia. La crisi, vista da questo scorcio d’autunno, appare a Ferrero, segretario nazionale di Rifondazione comunista, come «l’incrocio di due questioni: la pesantezza della situazione economica, una vera crisi di sistema, e il tentativo di Berlusconi di uscire dal quadro democratico sancito dalla Costituzione. Insomma, non esiste alcun “new deal” all’orizzonte, nessuna idea di qualificazione del modello di sviluppo e di innalzamento dei salari. La risposta del governo alla crisi è fatta di aumento della precarietà, bassi salari, ricatto del lavoro nero e uso dello Stato per fare soldi. Penso alle grandi opere, alle privatizzazioni delle municipalizzate. Nel 1929 negli Usa si rispose col new deal, il nuovo corso, mentre i fascismi in Europa attuarono politiche di compressione dei salari e della democrazia, degli spazi del sindacato. Anche oggi governo e confindustria spingono verso l’impoverimento del Paese. Di questo sfondamento complessivo ci parla l’attacco alla Fiom. Poi c’è la tendenza del berlusconismo di chiudere definitivamente il secondo dopoguerra. A destra, per la prima volta, è chiara un’ipotesi politica eversiva per cambiare tutto dopo un lungo lavoro di revisionismo. Quello che arriva oggi è, concretamente, il piano della P2. La Seconda Repubblica è stata solo una transizione, qui c’è l’idea di un cambio di regime». Continua la lettura di Intervista a Paolo Ferrero: «Contro Berlusconi e la crisi l'opposizione si manifesti»

DISABILITA’, DENUNCIA FP CGIL SACROSANTA. QUESTO GOVERNO SA SOLO PRENDERSELA CON I PIU’ DEBOLI

imag_11339848_12230Dichiarazione di Paolo Ferrero, Segretario nazionale PRC-SE

E’ davvero una vergogna, oltre che un disastro umano, civile e sociale, che il governo Berlusconi se la prenda con le categorie più deboli della società, come ha già fatto e continua a fare varando il blocco delle assunzioni delle persone con disabilità nelle pubbliche amministrazioni, come hanno giustamente denunciato, purtroppo inascoltati, e già più volte l’Ufficio Politiche della Disabilità Cgil e la Funzione Pubblica Cgil. Continua la lettura di DISABILITA’, DENUNCIA FP CGIL SACROSANTA. QUESTO GOVERNO SA SOLO PRENDERSELA CON I PIU’ DEBOLI

SUD – FERRERO: “PREMIER SUCCUBE BOSSI, RIPORTA ITALIA 80 ANNI INDIETRO”

Ferrero 08Dichiarazione di Paolo Ferrero, Segretario nazionale PRC-SE

“E’ sempre più evidente che sono Umberto Bossi e la Lega a comandare nel governo. Ed è ancor più evidente che Silvio Berlusconi e i suoi alleati sono impegnati a riportare l’Italia indietro di 80 anni.

Da parte del presidente del consiglio e del governo vengono infatti realizzati interventi e proferiti propositi di giorno in giorno sempre più regressivi e reazionari. Dopo le leggi razziali, lo scudo fiscale, le agevolazioni per i ceti più abbienti e gli interessi speculativi, adesso Berlusconi sposa anche l’odiosa proposta delle gabbie salariali: un’idea discriminatoria e retriva, intesa solamente a fomentare la guerra tra poveri e a fossilizzare la secolare sperequazione tra nord e sud del paese”.

Intervista a Paolo Ferrero: «Il Pdl è il partito della P2 »

ferrero_low«È un partito nato per costruire una svolta reazionaria in Italia, il partito della P2, con l’obiettivo di realizzare compiutamente il piano di Gelli».

Paolo Ferrero, leader del Prc, dà un giudizio nettissimo sulla nascita del Pdl.

di Andrea Carugati, l’Unità del 30/03/2009

Spieghi perché.
«L’attacco al sindacato, alla magistratura, al bilanciamento dei poteri, il presidenzialismo. Si tratta di una modifica complessiva del sistema democratico, del bilanciamento dei poteri istituzionali e sociali. Berlusconi lavora allo sfondamento di entrambi questi cardini della Costituzione. Per lui c’è spazio per un sindacato simile a quelli dei paesi dell’Est: uffici di collocamento delle imprese».  Continua la lettura di Intervista a Paolo Ferrero: «Il Pdl è il partito della P2 »