Archivi tag: Campania

Intervista a Paolo Ferrero sul Manifesto del 7 marzo

di Francesca Pilla su il manifesto del 7 marzo 2010

Stanco, un tantino sciupato perché da quattro giorni in sciopero della fame contro la modifica dell’articolo 18 dello Statuto dei lavoratori. Incontriamo Paolo Ferrero tra una tappa e l’altra del suo tour elettorale in Campania. In una giornata segnata da un altro avvenimento: la firma del capo dello Stato al decreto per salvare le liste del Pdl. «Non è un decreto interpretativo. È la riscrittura della norma, un atto totalmente incostituzionale, fuori dalle prerogative del Consiglio dei ministri. Ritengo scandaloso che Napolitano abbia avallato questa scappatoia».

D. Che cosa si poteva fare per non andare a elezioni regionali “dimezzate”?

R. Nulla. Si doveva andare a votare così. Noi Federazione della sinistra abbiamo una lista ricusata a Matera e aspetteremo il giudizio del Tar. Questo decreto esprime l’arroganza di un potere che crede di essere al di sopra delle regole. Napolitano non doveva firmare, ma qualsiasi altra proposta sarebbe stata incostituzionale. Chi arriva tardi a un concorso non vi partecipa. Continua la lettura di Intervista a Paolo Ferrero sul Manifesto del 7 marzo

E ora chi ha stomaco forte lo elegga pure governatore della Campania….

Delitti a fin di bene (da il Fatto Quotidiano, martedì, febbraio 9, 2010)

Nel “processo breve” a se stesso celebrato da Enzo De Luca al congresso Idv, mancavano la pubblica accusa e un’informazione decente che conoscesse le carte. C’era solo l’imputato, che infatti si è assolto fra gli applausi, raccontando al popolo dipietrista quel che aveva già fatto credere al suo partito, il Pd. E cioè che è stato rinviato a giudizio due volte per truffa allo Stato, associazione a delinquere, concussione e falso per un’opera buona: aver consentito agli ex lavoratori dell’Ideai Standard di continuare a godere della cassintegrazione. Naturalmente è una superballa. Quei lavoratori sono disoccupati. Che cosa è successo davvero? Continua la lettura di E ora chi ha stomaco forte lo elegga pure governatore della Campania….