Archivi tag: catania

LE CONDIZIONI DEL LAVORO

VERSO IL 50° ANNIVERSARIO DELLO STATUTO DEI LAVORATORI (1970-2020)

ASSEMBLEA – DIBATTITO/1
MERCOLEDI’ 23 OTTOBRE- ore 17:30
VIA SCARPANTO 3 – CATANIA

Le condizioni di lavoro

Le condizioni del lavoro:  dalla sopraffazione salariale e contributiva  alle nuove precarietà della filiera del terziario,  dalla esternalizzazione dei servizi pubblici e privati alle false cooperative.

Tra deindustrializzazione ed economia criminale.

Uno spaccato dell’economia catanese, alla ricerca di nuovi diritti e vecchie uguaglianze. Una rete di autodifesa dei lavoratori ispirata alla Costituzione.

Aggiungi l’evento al tuo calendario

SOLIDARIETA’ alla dottoressa STRANO, COLPITA DAL CINISMO PUBBLICO E PRIVATO

Due anni dopo lo stupro subito da parte di un paziente nella guardia medica di Trecastagni, la dottoressa Serafina Strano è colpita oggi da un’ulteriore doppia violenza.

Quella privata dell’assicurazione che ha respinto la richiesta di risarcimento, perché “il diritto all’indennizzo risulta prescritto”. Quella pubblica dell’ASP di Catania, il cui ufficio legale e il cui apparato hanno omesso di informare e di assistere la propria dipendente nei passaggi burocratici, fino a scaricare su di lei le proprie omissioni e responsabilità.

Nel condannare la filosofia patriarcale e mercantile che ispira i comportamenti degli Enti che di fatto negano lo stupro di due anni fa, e nel richiedere alle istituzioni nazionali e regionali di intervenire per sanare questa vergognosa ingiustizia, esprimiamo la nostra piena solidarietà alla dottoressa Strano.

 Mimmo Cosentino, segretario regionale del Partito della Rifondazione comunista- Sicilia

La proposta di Rifondazione Comunista per le amministrative a Catania

Da tempo abbiamo espresso tutta la nostra contrarietà ad un’alleanza con un Partito Democratico che attorno alla candidatura di Enzo Bianco a Sindaco di Catania è riuscito ad aggregare più destra che sinistra, impegnandoci per la costruzione di un fronte della sinistra alternativo a chi ha già amministrato questa città. Ora dopo aver appreso delle certamente non condivisibili scelte degli altri partiti della sinistra, prendiamo atto che in rete sta girando un appello sottoscritto da tante e tanti non iscritti a nessun partito per la costruzione di un fronte della sinistra vera, una sinistra nata in questa città nelle piazze, nella presenza costante nei quartieri popolari, nei movimenti, nei conflitti e nell’impegno sociale, per la costruzione e la presentazione del progetto e della lista Catania bene Comune. Appello che chiede che la lista abbia come candidato a sindaco per Catania Matteo Iannitti, coordinatore delle/dei Giovani Comuniste/i del PRC.

In merito a questo appello, a nome di Rifondazione Comunista, esprimiamo la più ampia condivisione per un progetto che non è certamente solo elettorale ma proietta nel futuro un laboratorio ed un collettivo di militanza, proposta politica e rinnovamento. Un progetto che vede già la partecipazione di una straordinaria delegazione della Fiom di Catania e di tante e tanti che da sempre si battono in questa città per la giustizia sociale, i diritti e la difesa dei beni comuni.

Dobbiamo però anche prendere atto della disponibilità alla candidatura di Paolo Castorina, dirigente politico dalla lunga storia e di altissimo spessore, che ha avuto il coraggio di assumersi la responsabilità di uno strappo profondo con il suo partito nel momento in cui Sel ha ufficializzato il suo sostegno alla candidatura di Enzo Bianco.

A fronte di tutto ciò riteniamo pertanto corretto comunicare la proposta politica ed elettorale che la Segreteria Provinciale di Rifondazione Comunista avanzerà al Comitato Politico Federale che si terrà lunedì 22 aprile alle ore 19 e che è il frutto di un percorso politico iniziato da tempo.

In particolare escludiamo innanzitutto, come già ampiamente argomentato, qualsiasi convergenza sulla candidatura di Enzo Bianco sostenuto dai vari Forzese, Leanza e Gagliano. Riteniamo poi un’opportunità non solo elettorale ma soprattutto politica la costruzione con movimenti, associazioni, donne e uomini della sinistra, del progetto Catania Bene Comune che per noi è una chiara scelta di campo coerente con il ruolo da sempre assunto a Catania da Rifondazione Comunista. In tal senso non possiamo che ringraziare tutte e tutti coloro che indicano Matteo Iannitti quale portavoce di questo progetto alle prossime amministrative e annunciamo la sua disponibiltà che sarà formalmente ufficiale solo dopo il cpf di lunedì. Sul punto riteniamo che uno shock generazionale sia la migliore risposta al vecchio e fallimentare che ci viene riproposto dalle altre forze politiche, anche perché gioventù e riconosciute capacità politiche fanno si che Iannitti sia la giusta scelta come candidato sindaco della sinistra.

Speriamo inoltre che un appello che raccoglie le firme di tante e tanti che dal referendum sull’acqua al movimento studentesco, dalle lotte per i diritti delle lavoratrici e dei lavoratori alle battaglie per diritti civili, sono stati opposizione vera in questa città, possa aggregare ancora.

Invitiamo infine Paolo Castorina e tutti coloro che con lui hanno condiviso una straordinaria battaglia di coerenza all’interno di Sel , ai quali rinnoviamo il nostro ringraziamento per il coraggio, la coerenza e la disponibilità a mettere in campo un nome di sicuro prestigio, a sostenere con noi il progetto e la lista Catania Bene Comune con Matteo Iannitti candidato Sindaco che nasce veramente dal basso e che vuole volare alto per il bene della sinistra ma soprattutto per il bene di Catania.

La Segreteria Provinciale Rifondazione Comunista

Pierpaolo Montalto, Valerio Marletta, Salvo Scuderi, Gigi Cascone, Francesco Strano, Andrea Alba, Giovanni Scirè, Nicola Alongi, Katia Nicotra.

NO al bullismo – Incontro pubblico

Domani, sabato 2 marzo, alle ore 17, al circolo città futura, via Gargano 37, Catania (zona viale Libertà), incontro pubblico tra studenti, operatori culturali, associazioni della Ragna/tela catanese contro la violenza, per dire NO al bullismo.
Gli atti di bullismo, tragicamente in aumento, non sono incidenti di percorso dell’adolescenza e non riguardano soltanto il contesto scolastico; il bullismo è una delle forme in cui si manifesta la violenza sessista, trans/omofoba, razzista e specista che pervade una società sempre più in crisi.
Vogliamo discuterne insieme, in un incontro plurale, differente e solidale in cui esprimere le nostre opinioni, condividere le nostre esperienze, per costruire iniziative efficaci contro ogni forma di violenza.

Circolo città futura