Archivi tag: CUB

Messina, Riflessione sulla crisi economica capitalistica e la condizione delle donne

“Licenziata!”, il documentario sull’Omsa fa tappa anche a Messina.

Il circolo PRC “Peppino Impastato” di Messina in occasione della giornata internazionale della donna invita la cittadinanza a partecipare alla proiezione del documentario “Licenziata!”, di Lisa Tormena dedicato alla vicenda dell’Omsa di Faenza, che sarà proiettato giovedì 08 marzo alle ore 18.00 presso sede CUB (Viale S. Martino, 261)

Il documentario dedicato alla vicenda della fabbrica faentina che, per motivi speculativi, ha deciso di chiudere il proprio stabilimento romagnolo per aprirne un altro in Serbia licenziando circa 350 operai di cui 320 donne.

Un gruppo di queste operaie decide di raccontare la propria storia di rabbia e delusione attraverso il teatro di strada, con il supporto del Teatro Due Mondi.

Il film narra la vicenda dell’Omsa attraverso questo percorso di lotta decisamente originale, una battaglia per rivendicare un diritto: il lavoro.

Introduce il dibattito Luca Cangemi del Coordinamento Nazionale Federazione della Sinistra.

Ketty Bertuccelli, direttivo Circolo PRC “Peppino Impastato” Messina

 



PRC-Messina: un tavolo della sinistra sociale e politica contro la repressione nei confronti dei lavoratori

Il circolo PRC “Peppino Impastato” di Messina esprime molta preoccupazione per l’assurda condanna inflitta ai sindacalisti Cub e Orsa ed agli operai dell’ATM, colpevoli soltanto di aver difeso il diritto al lavoro e, nel caso specifico, alla retribuzione non erogata per diversi mesi.
Un clima di repressione grave si respira in tutto il paese, come dimostrano anche i recenti arresti dei militanti NO TAV, a cui è necessario fare fronte comune.
Rifondazione Comunista propone un tavolo della sinistra politica e sociale messinese: un incontro di riflessione e un’iniziativa politica pubblica contro questi episodi di repressione, che non sono nuovi e che rischiano, piuttosto, di ripetersi in questo clima di liberismo imperante.

Il Segretario, Antonio Longo