Archivi tag: Eolie

Lipari, furti e rapine. Interrogazione al sindaco

Da quasi due anni si susseguono, quasi ininterrottamente , fatti incresciosi, giunti sino all’omicidio, che riguardano il nostro territorio, sopratutto l’isola di Lipari. Mai, in sessantacinque anni, ho avuto menzione di rapina a mano armata nella mia isola sino all’altro ieri, quando una vecchietta di Canneto ha dovuto affrontare ,nella notte,due banditi armati.
Ed i furti nelle abitazioni si susseguono a ritmo incalzante e sembra che non ci sia alcun rimedio ad una situazione che desta allarme sociale , paura e perdita di quelle certezze che contribuivano a dare alla nostra vita di isolani quel tocco di diversità , di sicurezza e di tranquillità che , da sempre, facevano parte dei nostri valori.
La cittadinanza e lo srivente si interrogano su quanto stia facendo l’Amministrazione Comunale di concerto con le forze dell’ordine per arginare questa pericolosa deriva e chiede di essere aggiornata sull’esito della delibera approvata, mesi fa, sull’acquisto e posizionamento di telecamere per il controllo del territorio, che spesso permettono la soluzione di indagini e, quantomeno, possono avere l’effetto di efficaci deterrenti al compimento di reati.

Gianni Iacolino, Consigliere Comunale de La Sinistra

Eolie, disservizi aliscafi, interrogazione di Iacolino (La Sinistra)

Sindaco del Comune di Lipari,
Presidente del Consiglio Comunale,

Non passa giorno che non si verifichino disservizi riguardo i collegamenti marittimi che risentono sempre piú spesso di decisioni cervellotiche che niente hanno a che vedere con le reali condizioni meteo marine . Ad ogni legittima protesta dei cittadini, ormai esasperati, o scatta automaticamente la giustificazione del cattivo tempo o segue, piú spesso, un assordante silenzio delle autorità che dovrebbero quanto meno mettere nel conto che questi benedetti isolani non sono improvvisamente tutti impazziti.

Sono anni che cerco di farmi sentire con note, proteste, interrogazioni per sensibilizzare chi di dovere ad intervenire per evitare l’anarchia in cui siamo precipitati a causa di ripetute criticabili iniziative, mai censurate nè dalle società di navigazione , nè dalle autorità competenti.

Non si ha piú la certezza dei collegamenti , si sopportano stoicamente disagi di tutti i tipi, l’Amministrazione Comunale si dota da subito di una Commissione di esperti per i trasporti, nonostante quella consiliare già esistente ( mai riunita), e quali risultati otteniamo? Nessuno ! Tutto come prima, come negli ultimi sei , sette anni.

Gli ultimi avvenimenti di oggi – leggero vento da SE – con i passeggeri che protestano contro il comandante dell’aliscafo che si rifiuta di raggiungere Ginostra, esposta a SW, riparata dallo scirocco, salvo improvvisa rotazione di Stromboli di 90 gradi in senso antiorario, è la spia di un livello di esasperazione cui non si doveva arrivare, se le Compagnie non avessero sempre giustificato d’ufficio ogni comportamento e se le autorità , tutte, politiche ed istituzionali avessero, negli anni, fatto i loro puntuali ed attenti controlli, tenendo nella giusta considerazione le proteste di coloro che non ne possono piú di questa situazione, causa, per tantissimi, di disaggi sia economici che di reale sofferenza fisica .

La interrogo pertanto per conoscere come si è adoperata la Sua Amministrazione per la difesa del diritto alla mobilità degli Eoliani, come si pone nei confronti delle Compagnie di navigazione in occasione della contestata soppressione di corse, come si coordina con le Capitanerie di Porto , se ha intrapreso iniziative in occasione di simili, ripetuti accadimenti, se intende, il Presidente del Consiglio, riunire la Commissione Consiliare dei trasporti.

Cordiali saluti,

Dr. Giovanni Iacolino, Consigliere Comunale de “La Sinistra”

Lipari. Il consigliere Iacolino "il traghetto non è partito perchè il porto di Milazzo era pieno"

La nave, questa mattina, si presentava come pronta a partire con il garage illuminato, vetture già in fila per l’imbarco, gli ormeggiatori ed i marinai ai loro posti, bigliettazione iniziata, tutto disposto come se in procinto di salpare. Poi telefonate concitate, lamentele degli astanti che mi riferiscono quanto accaduto al mio arrivo in biglietteria intorno alle ore 6,20. Riferiscono di un contrordine e quindi del ritiro del biglietto già staccato, in quanto la banchina, a Milazzo, era occupata.
Dobbiamo allora credere che gli evidenti preparativi alla partenza siano avvenuti all’insaputa del comandante, secondo la logica di Scajola o nel solco delle arringhe di Paniz quando vuol convincerci che Ruby è la nipote di Mubarak.

LA NOTA PRECEDENTE. INTERROGAZIONE INVIATA AL SINDACO. Se è vero che la nave, unico mezzo utile per raggiungere stamani Milazzo, non è partita perchè non avrebbe trovato posto libero in quel porto, viene da chiedersi: ci sono o ci fanno? Ci sono, ci sono ! Chi era in biglietteria riferiva che, dopo che si era già cominciato a bigliettare, arrivava il contrordine di sospendere la bigliettazione per la mancanza di un posto libero in banchina per l’attracco a Milazzo.Mi piacerebbe sapere da chi di dovere se, in simili situazioni, non è consentito al comandante di una nave in sosta in banchina, di mettersi in rada per consentire l’attracco di un’altra nave, garantendo così la continuità del servizio.
La logica ed il buon senso dicono di si. Se le norme dicono diversamente, ma che qualcuno ce lo spieghi! Di autorità o personalità pubbliche e private aventi ruolo e competenze in questa materia ne abbiamo tante. Qualcuno che senta il dovere di chiarire ?

Gianni Iacolino, Consigliere comunale de “La Sinistra”

Lipari. Il consigliere Iacolino "il traghetto non è partito perchè il porto di Milazzo era pieno"

La nave, questa mattina, si presentava come pronta a partire con il garage illuminato, vetture già in fila per l’imbarco, gli ormeggiatori ed i marinai ai loro posti, bigliettazione iniziata, tutto disposto come se in procinto di salpare. Poi telefonate concitate, lamentele degli astanti che mi riferiscono quanto accaduto al mio arrivo in biglietteria intorno alle ore 6,20. Riferiscono di un contrordine e quindi del ritiro del biglietto già staccato, in quanto la banchina, a Milazzo, era occupata.
Dobbiamo allora credere che gli evidenti preparativi alla partenza siano avvenuti all’insaputa del comandante, secondo la logica di Scajola o nel solco delle arringhe di Paniz quando vuol convincerci che Ruby è la nipote di Mubarak.

LA NOTA PRECEDENTE. INTERROGAZIONE INVIATA AL SINDACO. Se è vero che la nave, unico mezzo utile per raggiungere stamani Milazzo, non è partita perchè non avrebbe trovato posto libero in quel porto, viene da chiedersi: ci sono o ci fanno? Ci sono, ci sono ! Chi era in biglietteria riferiva che, dopo che si era già cominciato a bigliettare, arrivava il contrordine di sospendere la bigliettazione per la mancanza di un posto libero in banchina per l’attracco a Milazzo.Mi piacerebbe sapere da chi di dovere se, in simili situazioni, non è consentito al comandante di una nave in sosta in banchina, di mettersi in rada per consentire l’attracco di un’altra nave, garantendo così la continuità del servizio.
La logica ed il buon senso dicono di si. Se le norme dicono diversamente, ma che qualcuno ce lo spieghi! Di autorità o personalità pubbliche e private aventi ruolo e competenze in questa materia ne abbiamo tante. Qualcuno che senta il dovere di chiarire ?

Gianni Iacolino, Consigliere comunale de “La Sinistra”

Eolie: La Sinistra sostiene la protesta studentesca

La Sinistra Eoliana, sempre in prima fila nelle “battaglie” per la legalità e nell’impegno per la soluzione dei problemi che riguardano la nostra condizione di cittadini dell’arcipelago, condivide pienamente e appoggia incondizionatamente l’azione di protesta condotta dagli studenti dell’ Istituto Isa Conti E. Vainicher di Lipari. Riteniamo che tale azione stia dimostrando la capacità dei giovani di aggregarsi su temi concreti e costruttivi. Da troppi anni le istituzioni hanno abbandonato la politica a favore dei giovani e della scuola pubblica, hanno trascurato le strutture (scolastiche e non), non hanno fatto programmazione, e hanno tolto ai nostri ragazzi il diritto al futuro.
Oggi 12 DICEMBRE ci attendiamo risultati e impegni concreti dall’incontro tra gli studenti dell’Isa Conti occupata e le istituzioni, e continueremo a sostenere questa esigenza nelle sedi opportune.

IL COORDINAMENTO DE LA SINISTRA EOLIANA