Archivi tag: Facebook

FERRERO-RINALDI (PRC): INTERNET, MANIFESTAZIONE 'LIBERA RETE IN LIBERO STATO'. CONVINTA L'ADESIONE DEL PRC A DIFESA DELLA RETE

Dichiarazione di Paolo Ferrero, Segretario nazionale PRC-SE e Rosa Rinaldi, segreteria nazionale PRC-SE, Area Comunicazione

Rifondazione comunista aderisce con convinzione alla mobilitazione-sit in ‘Libera Rete in Libero Stato’ indetta per oggi pomeriggio a Roma dal mondo dei blogger, della comunità virtuale Facebook e di Internet.
Internet, finchè svincolato da ingerenze di qualsiasi natura, è un cardine di una sana democrazia contemporanea. Ecco perché, subito dopo le dichiarazioni del ministro dell’Interno Maroni circa la volonta’, di presentare in Consiglio dei Ministri provvedimenti restrittivi dell’uso della Rete, siamo intervenuti per denunciare tali scelte repressive e per annunciare una dura opposizione verso tali intenzioni e provvedimenti, quando mai verranno formalizzati, cosi’ come abbiamo denunciato quanto in quei giorni stava accadendo su alcuni social network come Facebook, in cui si sono verificati veri e propri “furti di identità” di persone che avendo scelto di aderire ad alcuni gruppi si sono visti inseriti inopinatamente e a loro insaputa in diversi gruppi di sostegno a Berlusconi. Continua la lettura di FERRERO-RINALDI (PRC): INTERNET, MANIFESTAZIONE 'LIBERA RETE IN LIBERO STATO'. CONVINTA L'ADESIONE DEL PRC A DIFESA DELLA RETE

FERRERO (PRC): DENUNCIAMO SCHEDATURA DI MASSA FATTA SU FACEBOOK DA SOSTENITORI BERLUSCONI

Rifondazione Comunista presenterà domattina formale denuncia alla Polizia Postale e al garante della privacy per l’incredibile azione da grande fratello messa in atto dai sostenitori di Silvio Berlusconi su face book. Milioni di persone si sono infatti ritrovate iscritte ad un gruppo di sostegno di Berlusconi senza averlo mai deciso, in una palese violazione delle più elementari regole e con il rischio che questo diventi una acquisizione di dati personali del tutto arbitraria. Maroni invece di straparlare dovrebbe immediatamente perseguire questi sostenitori del suo governo che violano le più elementari regole della libertà.