Archivi tag: Federazione della Sinistra

LA PRIMA FESTA DELLA FEDERAZIONE DELLA SINISTRA CATANESE

Non ci sarebbe nulla da festeggiare. Siamo dentro una crisi economica senza precedenti, stanno facendo pagare ai più deboli il prezzo di un Sistema economico che avvantaggia solo i ricchissimi, la nostra città è abbandonata al degrado, alle clientele, ai clan, sempre più potenti ed influenti. Eppure, come diceva Che Guevara, “La durezza di questi tempi non ci deve far perdere la tenerezza dei nostri cuori”. E’ per questa ragione, perché la politica è lotta, è rabbia ma è anche gioia che come Rifondazione Comunista e Partito dei Comunisti Italiani, insieme dentro la Federazione della Sinistra, abbiamo deciso di organizzare cinque giorni di dibattiti, confronti, assemblee oltre a musica e divertimento. Catania è una città depredata e gettata nella barbarie ma che conserva una grande dignità, un’enorme voglia di cambiamento. L’indignazione, le lotte, la rabbia spesso restano confinate nelle chiacchiere, nelle piccole vertenze o riescono ad esplodere nelle grandi mobilitazioni dei movimenti, da quelli a difesa dell’istruzione a quelli a difesa dei beni comuni. Noi vogliamo, in questa festa, confrontarci, metterci al servizio di chi immagina per Catania e la sua provincia un futuro diverso. Fatto di partecipazione, democrazia ed in cui venga abolita la delega in bianco. Vogliamo unire quella Catania che s’incazza e diventa vulcano! Per questi motivi vi invitiamo a frequentare la Villa Pacini dal 4 all’8 ottobre per partecipare al cambiamento vero e radicale della nostra città.


Martedì 4 ottobre
ore 19
Assemblea-dibattito
Lotte e proposte in difesa dei beni comuni
Introduce e coordina:
Antonio Tomarchio – Cons. Prov. PdCI-FdS
Intervengono:
Piero Cannistraci – Rete Rifiuti Zero
Sara Giorlando – Forum CT Acqua Pubblica
Valerio Marletta – Cons. Prov. PRC-FdS
Conclude:
Tommaso Sodano – Vicesindaco di Napoli
ore 22
Concerto
I Percussonici Live
Mercoledì 5 ottobre
Ore 18
Assemblea-dibattito
Verso il 15 ottobre. Per il lavoro e la libertà, nessun debito da pagare ma diritti da conquistare.
Introduce e coordina: Salvo Scuderi – CPR Rifondazione Comunista
Intervengono: Michele Pistone – Fiom ST
Santo Giuffrida – Segretario Prov. Fiadel-Circolo Precari PRC
Luciana Casciardi – Coordinamento Regionale USB
Gianni Pagliarini – Responsabile Nazionale Lavoro PdCI-FdS
Roberta Fantozzi – Segreteria Nazionale PRC-FdS
Conclude: Giorgio Cremaschi
Ore 20,30
Presentazione del libro ’68 che passione di Salvo Distefano
ne discute con l’autore Gianni Famoso, coordina Andrea Alba
Ore 22
Trinacriù & Stone Mama LIVE
Giovedì 6 ottobre
Ore 18
Nel gorgo della crisi economica e politica il cantiere della sinistra per l’alternativa al Berlusconismo, a Lombardo e alla borghesia mafiosa.
Introduce e coordina:
Mimmo Cosentino – Segreteria Regionale PRC-FdS
Intervengono:
Claudio Fava – Esecutivo Nazionale Sinistra Ecologia Libertà
Sen. Fabio Giambrone – Segretario Regionale Italia dei Valori
Mariella Maggio – Segretaria Generale CGIL Sicilia
On. Giovanni Burtone – Deputato Partito Democratico
Antonio Marotta – Segretario Regionale PRC-FdS
Pietro Milazzo – Coordinamento Nazionale Lavoro e Solidarietà-FdS
Federico Martino – Partito dei Comunisti Italiani Sicilia
Ore 20,30 Proiezione del video
L’oxygène de la liberté di Sonia Giardina
Cena interculturale a cura dell’associazione Ghezà
Ore 22 Concerto
Arkham Asylum & Re Dogs
DJ Set Andrea e Basta
Venerdì 7 ottobre
ore 18 “Ricostruire il Partito Comunista”
Introduce e coordina:
Salvo La Rosa – Segretario Provinciale Partito dei Comunisti Italiani-FdS
Intervengono:
Vladimiro Giacché – economista
Gabriele Centineo – direttivo provinciale CGIL
Conclude: Oliviero Diliberto – Segretario Nazionale Partito dei Comunisti Italiani-FdS
Ore 22
Concerto
The Long J
Loveless Whizzkid
Ramajca Boyz
Dj Set Etnafari Krew
Sabato 8 ottobre
Ore 16,30
Contro i tagli, per il libero accesso ai saperi, contro la gestione privatistica di scuole e università. Gelmini e Recca dimettetevi!
Assemblea
Introduce e coordina:
Emanuele Pagano – Esecutivo Nazionale FGCI
Intervengono:
Rosanna Aiello – movimento precari scuola, personale Ata
Alessio Grancagnolo – Collettivo Principe Umberto
Nino De Cristoforo – Cobas Scuola
Amalia Zampaglione – Insieme per la scuola
Luca Cangemi – Coordinamento Nazionale Federazione della Sinistra
Vincenzo Rosa – Movimento Studentesco Catanese
Gianni Piazza – Ricercatore Rete 29 aprile
Nunzio Famoso – Preside Facoltà di Lingue
Conclude:
Matteo Iannitti Esecutivo Nazionale Giovani Comuniste/i
Ore 20,30
Il Paese, la Sicilia e Catania che s’incazza e diventa vulcano
Comizio conclusivo:
Pierpaolo Montalto – Segretario Provinciale Rifondazione Comunista-FdS
Orazio Licandro – Segreteria Nazionale Partito dei Comunisti Italiani-FdS
Paolo Ferrero – Segretario Nazionale Rifondazione Comunista-FdS
Ore 22,30
UZEDA
DJ Set Dot. Save

Federazione della Sinistra: "Gravi le responsabilità politiche degli sponsor del cuffarismo"

Il pronunciamento della Cassazione conferma la condanna dell’ex Presidente della Regione Cuffaro e un quadro gravissimo di rapporti tra politica ed organizzazioni mafiose, che ha inquinato la vita istituzionale, amministrativa e sociale della Sicilia.
Al di là delle responsabiltà penali, emerge la gravissima responsabilità politica di un intero ceto dirigente, politico ma anche economico e professionale, che in Sicilia è stato interno o alleato del cuffarismo, a partire dall’attuale Presidente della Regione, così come di quei protagonisti della politica nazionale, da Casini a Berlusconi, che di Cuffaro sono stati sponsor.
La Federazione della Sinistra rilancia il proprio impegno per un’ampia mobiltazione contro ogni intreccio politico-affaristico-mafioso, per la costruzione di un’alternativa politica capace di determinare un reale rinnovamento della società e delle istituzioni in Sicilia.

Il coordinamento regionale della Federazione della Sinistra

Luca Cangemi (PRC)
Salvatore Petrucci (PdCI)
Concetto Scivoletto (Socialismo 2000)
Pietro Milazzo (Lavoro e Solidarietà)

Federazione della Sinistra: "Gravi le responsabilità politiche degli sponsor del cuffarismo"

Il pronunciamento della Cassazione conferma la condanna dell’ex Presidente della Regione Cuffaro e un quadro gravissimo di rapporti tra politica ed organizzazioni mafiose, che ha inquinato la vita istituzionale, amministrativa e sociale della Sicilia.
Al di là delle responsabiltà penali, emerge la gravissima responsabilità politica di un intero ceto dirigente, politico ma anche economico e professionale, che in Sicilia è stato interno o alleato del cuffarismo, a partire dall’attuale Presidente della Regione, così come di quei protagonisti della politica nazionale, da Casini a Berlusconi, che di Cuffaro sono stati sponsor.
La Federazione della Sinistra rilancia il proprio impegno per un’ampia mobiltazione contro ogni intreccio politico-affaristico-mafioso, per la costruzione di un’alternativa politica capace di determinare un reale rinnovamento della società e delle istituzioni in Sicilia.

Il coordinamento regionale della Federazione della Sinistra

Luca Cangemi (PRC)
Salvatore Petrucci (PdCI)
Concetto Scivoletto (Socialismo 2000)
Pietro Milazzo (Lavoro e Solidarietà)

SCUOLA: LA FDS SICILIANA ADERISCE ALLA MANIFESTAZIONE REGIONALE CONTRO I TAGLI DELLA GELMINI

La Federazione dalla Sinistra siciliana parteciperà alla manifestazione regionale contro i tagli alla scuola pubblica indetta dalla Cgil e dalla Flc per domani, sabato 18 settembre a Palermo.
Lo comunicano Luca Cangemi, segretario regionale di Rifondazione Comunista; Salvatore Petrucci, segretario regionale dei Comunisti Italiani; Concetto Scivoletto, coordinatore regionale di Socialismo 2000; Pietro Milazzo, coordinatore di Lavoro e Solidarietà.
Secondo i dirigenti della Fds siciliana, “dopo la grande giornata di lotta di domenica scorsa sullo Stretto è necessario rilanciare con forza e su posizioni nette la lotta per i diritti del personale precario, docente ed ATA, e per la difesa della scuola pubblica.  L’inizio delle lezioni  ha messo in evidenza la tremenda condizione in cui i tagli della Gelmini hanno gettato le scuole di ogni ordine e grado dell’Isola, già alle prese con problemi antichi come le carenze dell’edilizia scolastica”.
Cangemi, Petrucci, Scivoletto e Milazzo ritengono, infine, che “la lotta delle lavoratrici e dei lavoratori della scuola e le prime mobilitazioni degli studenti rappresentano un segnale di grande speranza, l’inizio di una battaglia generale decisiva per il futuro della Sicilia, contro la politica discriminatoria di Tremonti e della Gelmini e la sostanziale complicità del governo regionale”.

Catania, 17 settembre 2010