Archivi tag: Legambiente

Cangemi (PRC):Catania ultima, rapporto di Legambiente condanna per le classi dirigenti.

Dichiarazione di Luca Cangemi, Comitato Politico Nazionale PRC

L’annuale rapporto di Legambiente sull’Ecosistema Urbano rileva, impietosamente, la drammatica situazione di Catania, ponendola all’ultimo posto tra le grandi città italiane.
Gestione del ciclo dei rifiuti e delle risorse idriche, traffico e trasporto pubblico, energia sono altrettanti capitoli di un autentico disastro ambientale, sociale, civile.

Le scelte politiche delle classi dirigenti nazionali, regionali, locali si rivelano, inequivocabilmente nella loro natura devastante. Saccheggio del territorio, taglio delle risorse pubbliche, privatizzazioni, interessi affaristico- mafiosi : da qui nasce il degrado.

Per risalire la china servirebbe una grande visione innovatrice e partecipata, un progetto complessivo di riconversione ecologica della città capace di rompere con i condizionamenti dei poteri forti. Purtroppo ciò non si vede neanche in modo embrionale: il dibattito in città langue, mentre sono riproposte da più parti vecchie, assurde, strategie di cementificazione.
Nessuna mobilitazione è sollecitata sulle scelte nazionali e regionali di taglio di risorse e privatizzazione che rendono impossibile ogni seria programmazione, a partire dai necessari interventi per evitare la dispersione delle preziose risorse idriche. E’ necessario aprire su questi problemi una nuova stagione d’impegno sociale e politico, che finalmente riconsegni ai cittadini la sovranità sulle scelte che riguardano la loro vita quotidiana.

MUOS – Arci, Agesci, Legambiente, Libera: "stupiscono e preoccupano le dichiarazioni del presidente"

Stupiscono e preoccupano le dichiarazioni del presidente della Regione Sicilia, Rosario Crocetta su possibili infiltrazioni della mafia all’interno della manifestazione di ieri a Niscemi contro l’installazione del MUOS.
La partecipazione delle nostre associazioni all’iniziativa, insieme a quella di tanti cittadini e cittadine, comitati, movimenti, partiti, sindacati, enti locali è stata pacifica, responsabile e nel solco delle battaglie pacifiste, ambientaliste ed antimafiose di Pio La Torre.
E’ il movimento NO MUOS a denunciare tangibili e acclarate pericolose infiltrazioni di Cosa Nostra nella realizzazione del grande impianto militare, come per esempio accaduto nel caso di imprese a cui la Prefettura di Caltanissetta ed il Comune di Niscemi avevano revocato le certificazioni antimafie, e che in contrasto con il diritto italiano, avrebbero continuato a lavorare all’interno della base della U.S. NAVY.
Alla protesta, infine, abbiamo aggiunto la proposta, convinti che la Sicilia debba diventare terra di dialogo, confronto e di pace ed in nessun modo debba essere abusata da scellerate politiche di guerra e di stupro del territorio.

10 agosto 2013

Libera, Agesci – Sicilia, Arci – Sicilia, Legambiente – Sicilia

MUOS – Arci, Agesci, Legambiente, Libera: "stupiscono e preoccupano le dichiarazioni del presidente"

Stupiscono e preoccupano le dichiarazioni del presidente della Regione Sicilia, Rosario Crocetta su possibili infiltrazioni della mafia all’interno della manifestazione di ieri a Niscemi contro l’installazione del MUOS.
La partecipazione delle nostre associazioni all’iniziativa, insieme a quella di tanti cittadini e cittadine, comitati, movimenti, partiti, sindacati, enti locali è stata pacifica, responsabile e nel solco delle battaglie pacifiste, ambientaliste ed antimafiose di Pio La Torre.
E’ il movimento NO MUOS a denunciare tangibili e acclarate pericolose infiltrazioni di Cosa Nostra nella realizzazione del grande impianto militare, come per esempio accaduto nel caso di imprese a cui la Prefettura di Caltanissetta ed il Comune di Niscemi avevano revocato le certificazioni antimafie, e che in contrasto con il diritto italiano, avrebbero continuato a lavorare all’interno della base della U.S. NAVY.
Alla protesta, infine, abbiamo aggiunto la proposta, convinti che la Sicilia debba diventare terra di dialogo, confronto e di pace ed in nessun modo debba essere abusata da scellerate politiche di guerra e di stupro del territorio.

10 agosto 2013

Libera, Agesci – Sicilia, Arci – Sicilia, Legambiente – Sicilia