Archivi tag: Milazzo

PRC Milazzo e Barcellona: solidarietà ai gestori del ristorante Mediterranima

I Circoli PRC di Barcellona Pozzo di Gotto e Milazzo esprimono solidarietà ai gestori del ristorante Mediterranima ed alle cooperative sociali Settima Stella e Utopia per il vile gesto che hanno subito.

Apprezzandoli da sempre per la loro encomiabile attività, parteciperanno alla cena di sostegno che si terrà Domenica 2 Giugno alle ore 20:30 nei locali di via dei Gigli, volendo essere loro solidali con un concreto atto di vicinanza.

Francesco Caizzone – Circolo Nino Pino Balotta

Loredana Catalfamo – Circolo Tindaro La Rosa.

Eolie, disservizi aliscafi, interrogazione di Iacolino (La Sinistra)

Sindaco del Comune di Lipari,
Presidente del Consiglio Comunale,

Non passa giorno che non si verifichino disservizi riguardo i collegamenti marittimi che risentono sempre piú spesso di decisioni cervellotiche che niente hanno a che vedere con le reali condizioni meteo marine . Ad ogni legittima protesta dei cittadini, ormai esasperati, o scatta automaticamente la giustificazione del cattivo tempo o segue, piú spesso, un assordante silenzio delle autorità che dovrebbero quanto meno mettere nel conto che questi benedetti isolani non sono improvvisamente tutti impazziti.

Sono anni che cerco di farmi sentire con note, proteste, interrogazioni per sensibilizzare chi di dovere ad intervenire per evitare l’anarchia in cui siamo precipitati a causa di ripetute criticabili iniziative, mai censurate nè dalle società di navigazione , nè dalle autorità competenti.

Non si ha piú la certezza dei collegamenti , si sopportano stoicamente disagi di tutti i tipi, l’Amministrazione Comunale si dota da subito di una Commissione di esperti per i trasporti, nonostante quella consiliare già esistente ( mai riunita), e quali risultati otteniamo? Nessuno ! Tutto come prima, come negli ultimi sei , sette anni.

Gli ultimi avvenimenti di oggi – leggero vento da SE – con i passeggeri che protestano contro il comandante dell’aliscafo che si rifiuta di raggiungere Ginostra, esposta a SW, riparata dallo scirocco, salvo improvvisa rotazione di Stromboli di 90 gradi in senso antiorario, è la spia di un livello di esasperazione cui non si doveva arrivare, se le Compagnie non avessero sempre giustificato d’ufficio ogni comportamento e se le autorità , tutte, politiche ed istituzionali avessero, negli anni, fatto i loro puntuali ed attenti controlli, tenendo nella giusta considerazione le proteste di coloro che non ne possono piú di questa situazione, causa, per tantissimi, di disaggi sia economici che di reale sofferenza fisica .

La interrogo pertanto per conoscere come si è adoperata la Sua Amministrazione per la difesa del diritto alla mobilità degli Eoliani, come si pone nei confronti delle Compagnie di navigazione in occasione della contestata soppressione di corse, come si coordina con le Capitanerie di Porto , se ha intrapreso iniziative in occasione di simili, ripetuti accadimenti, se intende, il Presidente del Consiglio, riunire la Commissione Consiliare dei trasporti.

Cordiali saluti,

Dr. Giovanni Iacolino, Consigliere Comunale de “La Sinistra”

Lipari. Il consigliere Iacolino "il traghetto non è partito perchè il porto di Milazzo era pieno"

La nave, questa mattina, si presentava come pronta a partire con il garage illuminato, vetture già in fila per l’imbarco, gli ormeggiatori ed i marinai ai loro posti, bigliettazione iniziata, tutto disposto come se in procinto di salpare. Poi telefonate concitate, lamentele degli astanti che mi riferiscono quanto accaduto al mio arrivo in biglietteria intorno alle ore 6,20. Riferiscono di un contrordine e quindi del ritiro del biglietto già staccato, in quanto la banchina, a Milazzo, era occupata.
Dobbiamo allora credere che gli evidenti preparativi alla partenza siano avvenuti all’insaputa del comandante, secondo la logica di Scajola o nel solco delle arringhe di Paniz quando vuol convincerci che Ruby è la nipote di Mubarak.

LA NOTA PRECEDENTE. INTERROGAZIONE INVIATA AL SINDACO. Se è vero che la nave, unico mezzo utile per raggiungere stamani Milazzo, non è partita perchè non avrebbe trovato posto libero in quel porto, viene da chiedersi: ci sono o ci fanno? Ci sono, ci sono ! Chi era in biglietteria riferiva che, dopo che si era già cominciato a bigliettare, arrivava il contrordine di sospendere la bigliettazione per la mancanza di un posto libero in banchina per l’attracco a Milazzo.Mi piacerebbe sapere da chi di dovere se, in simili situazioni, non è consentito al comandante di una nave in sosta in banchina, di mettersi in rada per consentire l’attracco di un’altra nave, garantendo così la continuità del servizio.
La logica ed il buon senso dicono di si. Se le norme dicono diversamente, ma che qualcuno ce lo spieghi! Di autorità o personalità pubbliche e private aventi ruolo e competenze in questa materia ne abbiamo tante. Qualcuno che senta il dovere di chiarire ?

Gianni Iacolino, Consigliere comunale de “La Sinistra”

Lipari. Il consigliere Iacolino "il traghetto non è partito perchè il porto di Milazzo era pieno"

La nave, questa mattina, si presentava come pronta a partire con il garage illuminato, vetture già in fila per l’imbarco, gli ormeggiatori ed i marinai ai loro posti, bigliettazione iniziata, tutto disposto come se in procinto di salpare. Poi telefonate concitate, lamentele degli astanti che mi riferiscono quanto accaduto al mio arrivo in biglietteria intorno alle ore 6,20. Riferiscono di un contrordine e quindi del ritiro del biglietto già staccato, in quanto la banchina, a Milazzo, era occupata.
Dobbiamo allora credere che gli evidenti preparativi alla partenza siano avvenuti all’insaputa del comandante, secondo la logica di Scajola o nel solco delle arringhe di Paniz quando vuol convincerci che Ruby è la nipote di Mubarak.

LA NOTA PRECEDENTE. INTERROGAZIONE INVIATA AL SINDACO. Se è vero che la nave, unico mezzo utile per raggiungere stamani Milazzo, non è partita perchè non avrebbe trovato posto libero in quel porto, viene da chiedersi: ci sono o ci fanno? Ci sono, ci sono ! Chi era in biglietteria riferiva che, dopo che si era già cominciato a bigliettare, arrivava il contrordine di sospendere la bigliettazione per la mancanza di un posto libero in banchina per l’attracco a Milazzo.Mi piacerebbe sapere da chi di dovere se, in simili situazioni, non è consentito al comandante di una nave in sosta in banchina, di mettersi in rada per consentire l’attracco di un’altra nave, garantendo così la continuità del servizio.
La logica ed il buon senso dicono di si. Se le norme dicono diversamente, ma che qualcuno ce lo spieghi! Di autorità o personalità pubbliche e private aventi ruolo e competenze in questa materia ne abbiamo tante. Qualcuno che senta il dovere di chiarire ?

Gianni Iacolino, Consigliere comunale de “La Sinistra”

26 ottobre, comizi di chiusura della campagna elettorale a Messina, Milazzo e Barcellona

Domani alle ore 19.00 a Piazza Cairoli (Messina) Comizio di chiusura con Antonio Mazzeo (giornalista antimafia), Renato Accorinti (pacifista e attivista del movimento Non Violento) e Luigi Sturniolo (Candidato  all’Assemblea Regionale Siciliana nella lista “Claudio Fava Presidente”);
Ore 20.00 a Piazza Piano Baele (Milazzo) comizio di chiusura con Gaetano Santagati (Candidato FDS all’Assemblea Regionale Siciliana nella lista “Claudio Fava Presidente”), candidato nella lista di Sinistra con Fava e Marano, e Raffaele Tecce (Direzione Nazionale Partito della Rifondazione Comunista)

Ore 21.00 piazza S. Sebastiano (Barcellona Pozzo di Gotto) comizio di chiusura con:
Luciano Aliquò (Giovani Comunisti), Roberto Iraci (Assessore Territorio Ambiente di Rifondazione Comunista nella Giunta Collica “Voltiamo Pagina”) e Gaetano Santagati (Candidato FDS all’Assemblea Regionale Siciliana nella lista “Claudio Fava Presidente”);