Archivi tag: NATO

Sgancio bomba Nato a Trapani Marotta-Cosentino (PRC-Sicilia):”Ennesimo episodio di una guerra illegale che mette a repentaglio la vita dei civili”

Il rilascio in mare,a poche miglia dalle coste trapanesi,di una bomba ad opera di un aereo Nato, con grave rischio per i pescherecci e i natanti,conferma ancora una volta l’utizzo a fini di guerra del territorio italiano, in violazione dell’art.11 della Costituzione. Rilanciamo la battaglia per porre fine all guerra in Libia,per fare del Mediterraneo un mare di pace e della Sicilia il punto di riferimento per la cooperazione dell’Italia e dell’Europa con i paesi dell’Africa e del Medio Oriente, per una politica dell’accoglienza e della contaminazione, per l’abbattimento delle spese militari.
 
Antonio Marotta e Mimmo Cosentino,per la segreteria regionale del Prc     

PATRIA DELLA PATRIA

 

di Tommaso Di Francesco, Il manifesto – 15 novembre 2009

Inaugurata a Pristina da Bill Clinton la sua statua di bronzo a ringraziamento della guerra «umanitaria» della Nato del 1999. All’ombra del potente premier Hashim Thaqi su cui crescono i dossier internazionali per crimini di guerra, un Kosovo solo albanese, povero e devastato dalla corruzione, va oggi al primo voto etnico-amministrativo. Il mese di novembre 2009 passerà alla storia del sud-est europeo balcanico. Dopo il crollo dell’89 che vide lo smantellamento dei simboli del «socialismo reale» a cominciare dalle statue imbalsamate dei leader del comunismo, a Pristina è stata eretta con cerimonia, bande e trionfo, la statua del nuovo «piccolo padre», o padre della patria: Bill Clinton. Continua la lettura di PATRIA DELLA PATRIA

Quella Grande Albania patrocinata dall'Occidente

di Rick Rozoff, collaboratore di Mondialisation.ca

L’Europa potè essere appollaiata sul precipizio del suo primo conflitto armato dopo i 78 giorni di bombardamenti della guerra della NATO contro la Jugoslavia, nel 1999 e l’invasione armata della Macedonia, lanciata due anni dopo, a seguito dell’occupazione della NATO del Kosovo.

Con l’adesione formale, nel mese di aprile, dell’Albania alla NATO come membro a pieno titolo e la rielezione (almeno formale) che ne seguì del Primo Ministro della nazione, Sali Berisha, il teatro è pronto per il progetto per una nuova riconfigurazione dei confini dell’Europa sud-orientale, alla ricerca di una grande Albania. Continua la lettura di Quella Grande Albania patrocinata dall'Occidente