Digressioni

La perversione del senso del 25 aprile

 

 

La perversione del senso del 25 aprile

di Moni OVADIA Il manifesto del 11.04.2015

Polemiche: Le bandiere palestinesi al corteo? Un vulnus inaccettabile per il presidente della comunità ebraica romana Pacifici e per qualche ultrà del sionismo più isterico. Ma screditando le ragioni di chi lotta per una Palestina libera si sovverte il significato della Resistenza Continua la lettura di La perversione del senso del 25 aprile

ECCO COME COSTRUIRE UN SOGGETTO POLITICO UNITARIO DELLA SINISTRA ANTILIBERISTA: L’ESEMPIO DI BARCELLONA

ECCO COME COSTRUIRE UN SOGGETTO POLITICO UNITARIO DELLA SINISTRA ANTILIBERISTA: L’ESEMPIO DI BARCELLONA

di Joan Josep Nuet

Voglio condividere con voi l’esperienza di Barcellona e della Catalogna che in questa fase sta costruendo un nuovo soggetto politico della sinistra d’alternativa. Vi spiegherò che cosa stiamo facendo e attraverso quali tappe passeremo. Continua la lettura di ECCO COME COSTRUIRE UN SOGGETTO POLITICO UNITARIO DELLA SINISTRA ANTILIBERISTA: L’ESEMPIO DI BARCELLONA

La scommessa nell’isola dopo la vittoria del NO

La scommessa nell’isola dopo la vittoria del NO
di Umberto Santino

CHE in Sicilia dovesse vincere il
No non era difficile
profezia, se si tiene conto
delle frequenti discese di Renzi
nell’Isola, indice di una preoccu-
pazione più volte manifestata.
Ma che ci dovesse essere una ta-
le affluenza alle urne, dopo aver
superato nelle scorse elezioni re-
gionali il record delle astensio-
ni, e uno scarto così grosso tra il
No e il Sì nessuno se l’aspettava.

Continua la lettura di La scommessa nell’isola dopo la vittoria del NO

Referendum. Femministe per il no

Referendum. Femministe per il no

Siamo convinte che il prossimo referendum costituzionale ci riguardi non solo come cittadine,ma anche come donne e come femministe. Sul piano sociale, culturale, politico, simbolico. È in atto un processo di desertificazione della politica, di rimozione della materialità della storia, di regressione nei diritti, nelle libertà, nei processi di soggettivazione.

Continua la lettura di Referendum. Femministe per il no

Il nazismo senza baffetti: democrazia e capitalismo in cerca di nuovi partners

Il nazismo senza baffetti: democrazia e capitalismo in cerca di nuovi partners

di Franco Berardi Bifo

tratto da da Opera Viva

Nei decenni culminanti della modernità considerammo il Nazismo un fenomeno estinto, passato, cancellato dalla storia. Per tranquillità lo definimmo Male Assoluto, e non se ne parla più. Identificando il nazismo con Auschwitz abbiamo finito per accettare Gaza, pensando: quello che accade è terribile, ma non è mica Auschwitz. Stiamo tranquilli. Il nazismo è diventato una sceneggiatura fosca che assolve preventivamente la violenza coloratissima della democrazia capitalista. Ma ora poco alla volta cominciamo a capire che il capitalismo democratico perde energia e futuro, forse perché alla lunga la democrazia non può convivere con il capitalismo. Continua la lettura di Il nazismo senza baffetti: democrazia e capitalismo in cerca di nuovi partners