Digressioni

La scommessa nell’isola dopo la vittoria del NO

La scommessa nell’isola dopo la vittoria del NO
di Umberto Santino

CHE in Sicilia dovesse vincere il
No non era difficile
profezia, se si tiene conto
delle frequenti discese di Renzi
nell’Isola, indice di una preoccu-
pazione più volte manifestata.
Ma che ci dovesse essere una ta-
le affluenza alle urne, dopo aver
superato nelle scorse elezioni re-
gionali il record delle astensio-
ni, e uno scarto così grosso tra il
No e il Sì nessuno se l’aspettava.

Continua la lettura di La scommessa nell’isola dopo la vittoria del NO

Referendum. Femministe per il no

Referendum. Femministe per il no

Siamo convinte che il prossimo referendum costituzionale ci riguardi non solo come cittadine,ma anche come donne e come femministe. Sul piano sociale, culturale, politico, simbolico. È in atto un processo di desertificazione della politica, di rimozione della materialità della storia, di regressione nei diritti, nelle libertà, nei processi di soggettivazione.

Continua la lettura di Referendum. Femministe per il no

Il nazismo senza baffetti: democrazia e capitalismo in cerca di nuovi partners

Il nazismo senza baffetti: democrazia e capitalismo in cerca di nuovi partners

di Franco Berardi Bifo

tratto da da Opera Viva

Nei decenni culminanti della modernità considerammo il Nazismo un fenomeno estinto, passato, cancellato dalla storia. Per tranquillità lo definimmo Male Assoluto, e non se ne parla più. Identificando il nazismo con Auschwitz abbiamo finito per accettare Gaza, pensando: quello che accade è terribile, ma non è mica Auschwitz. Stiamo tranquilli. Il nazismo è diventato una sceneggiatura fosca che assolve preventivamente la violenza coloratissima della democrazia capitalista. Ma ora poco alla volta cominciamo a capire che il capitalismo democratico perde energia e futuro, forse perché alla lunga la democrazia non può convivere con il capitalismo. Continua la lettura di Il nazismo senza baffetti: democrazia e capitalismo in cerca di nuovi partners

"Elezioni comunali e necessità di chiarezza. Proposte per un'analisi del voto". Intervento di Fabio Nobile e Domenico Moro

I. Con i risultati dei primi turni elettorali delle amministrative è possibile individuare alcuni elementi che ci restituiscano il quadro della situazione politica italiana. In primo luogo si consolida l’astensionismo come segno di distacco di larghi strati popolari dal sistema politico. Circa il 40% di potenziali elettori tende a non partecipare evidenziando la completa sfiducia nel sistema politico dominante: il Movimento cinque stelle non risulta un freno a tale tendenza, se non in maniera limitata.

Continua la lettura di "Elezioni comunali e necessità di chiarezza. Proposte per un'analisi del voto". Intervento di Fabio Nobile e Domenico Moro